Crypto.com | Supercharger: NEAR Protocol, sulla scia di un Trend positivo

1

E’ partito ufficialmente l’evento supercharger di crypto dot com che consentirà di estrarre token NEAR Protocol. L’evento cade in un momento di estrema incertezza, come è stato del resto tutto il mese di gennaio e più nello specifico e per meglio dire, l’inizio del nuovo anno. Sulla scia di un trend però estremamente positivo per NEAR, proviamo ad analizzare l’eventuale opportunità approfondendo anche in estrema sintesi cos’è questo protocollo e perché è interessante.

Il periodo dell’incertezza e delle paure sui mercati non sembra terminare, e mentre i piccoli investitori scappano, grandi e piccole opportunità sono sempre all’orizzonte. L’evento supercharger dedicato a Zilliqa (ZIL) – ne parliamo Qui, è recentemente terminato e siamo ora nella fase di calcolo delle ricompense. Si aprono nuove opportunità, e dopo la chiusura del The Syndicate con NEAR in sconto del 50% (peccato averlo saltato), si passa ora all’estrazione del token sullo scambio dei CRO attraverso – appunto l’evento dedicato denominato supercharger. Non sono richiesti requisiti specifici, infatti bisognerà investire in token nativi della piattaforma crypto dot com (CRO) che per fortuna o sfortuna, dopo aver subito un leggero aumento di prezzo subito dopo l’annuncio dell’evento, è poi tornato sotto i 6 centesimi di euro, che senza dubbio è positivo nell’ottica eventi, non solo quello su NEAR ma anche per l’imminente arrivo di Filecoin a metà prezzo in arrivo a febbraio.

Cosa sappiamo di NEAR Protocol? Mettendo un momento da parte il token, NEAR potrebbe essere definita in estrema sintesi come un enorme progetto open source in cui i concetti di; interoperabilità, scalabilità e collettività sono pilastri di cemento su cui la NEAR Collective è basata. La piattaforma è decentralizzata ed è appunto basata sul protocollo NEAR, una blockchain pubblica e frammentata. Questo gli consente di essere altamente scalabile e adatta agli sviluppatori che vogliono creare app su di essa rendendole accessibili e facili da usare quanto una tradizionale applicazione Web. E’ basata sul principio di proof-of-stake, dove ogni utente dimostra di possedere un certo quantitativo di criptomoneta andando quindi a scontrarsi direttamente con quei meccanismi molto più dispendiosi in termini di energia e che hanno mostrato pregi ma anche difetti (specie sul fronte sicurezza) nel corso del tempo; parliamo del proof-of-work (POW). Molte criptomonete sono passate al sistema PoS, una a caso è Cardano, ma forse quella di maggior rilevanza è Ethereum 2.0.

Andando ulteriormente a sviscerare le caratteristiche di questo progetto, ma dovendo comunque riassumere, NEAR Collective sta lanciando le basi per un nuovo internet partendo da una nuova infrastruttura. Seguendo un concetto espresso dagli stessi sviluppatori; NEAR non è l’unica blockchain che ha iniziato ad affrontare la dura realtà dei costi e della scalabilità della cryptosfera, ma sta tendando di farlo al meglio e con un team di “assi”. Come per molti altri progetti conosciuti, anche NEAR che è un progetto relativamente giovane, con la sua Mainnet lanciata solo nel 2020, nelle prime fasi di sviluppo è stato indicato come potenziale rivale di Ethereum, ma attualmente non ci sono reali indizi per cui entrambi le blockchain potrebbero smettere di coesistere in futuro, considerando anche il lancio di Ethereum 2.0.

Quali opportunità con NEAR? Senza dubbio quello che conta maggiormente nel mercato cripto è capire le potenzialità di un determinato progetto prima che questo possa esplodere e lateralizzare nel lungo periodo. Questo ovviamente non vuol dire che non ci saranno più punti di ingresso, ma ottenere un profitto da quel determinato asset diventa inevitabilmente più complicato se si investono piccole liquidità, anche se forse con meno rischio. Anche NEAR Protocol è esploso per così dire ma è un progetto giovane, e questo ovviamente apre una serie di ipotesi più o meno negative. Gli aspetti però a favore di questo progetto sono probabilmente molti di più; il progetto NEAR è estremamente interessante e si basa su una blockchain che è decentralizzata e altamente scalabile, supportata da un team che è forse nel suo insieme, tra i più competitivi e promettenti. Il proof-of-stake è un altro punto che non può essere ignorato nell’economica generale. Al momento c’è tanta carne al fuoco, però occhio a prendere decisione affrettate.

Consigli sulla valutazione di un progetto? Consigli validi per tutte le Altcoin. Se sei indeciso su quale progetto investire considera sempre fattori come la finalità del progetto (se questo ha effettiva utilità), se è un progetto nuovo o cerca di rivoluzionare qualcosa di già esistente; vedi ad esempio tutte le Altcoin che affrontano il problema dei colli di bottiglia nelle blockchain, del costo delle commissioni o della lentezza. Il team di sviluppo, la community che gira intorno ad esso e i partner di supporto.

Ti invito ad approfondire in autonomia sul sito near.org, e se vuoi partecipare al programma di crypto.com, puoi iscriverti con il codice cpb5whh2bk ottenendo dei Bonus. 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here