Press releases

OGGI: Gli ultimi comunicati stampa delle aziende

MPG 341CQPX QD-OLED e MAG 271QPX QD-OLED E2 da MSI

Espandere gli orizzonti, soddisfare le esigenze di ogni giocatore:...

Presentato il nuovo Router Acer Predator Connect W6x

Acer ha annunciato il nuovo router Predator Connect W6x...

Acer Predator X27U F3, Predator X34 X5 e Predator X32 X3

I nuovi modelli includono Predator X27U F3, Predator X34...

Presentati i nuovi monitor da gaming Acer Predator OLED, fino a 480 Hz

La nuova gamma di monitor gaming Acer Predator OLED,...

Presentato Lenovo Tab Plus, il tablet da sogno per gli amanti della musica

Presentato Lenovo Tab Plus, un tablet per l'intrattenimento che...

Il nuovo PC AI Lenovo ThinkPad P14s Gen 5 Mobile Workstation

Lenovo ha lanciato Lenovo ThinkPad P14s Gen 5 progettato per i...

GCC di GIGABYTE e iCUE di Corsair ora lavorano insieme

GCC di GIGABYTE e iCUE di Corsair collaborano per potenziare la compatibilità multipiattaforma grazie all'integrazione software. GIGABYTE ha sempre dato priorità all'esperienza utente, che include...

I nuovi case con vista “panoramica” MSI PANO

MSI PANO, case rivoluzionario che si discosta dal design...

La nuova tastiera Logitech G515 LIGHTSPEED TKL a basso profilo

L'azienda ha recentemente annunciato la tastiera da gaming wireless Logitech...

MSI MAG Infinite E1 è disponibile (Computex 2024)

MSI MAG Infinite E1 è stato lanciato in occasione...

Raffreddamento rivoluzionario con la serie iCUE LINK TITAN

Raffreddamento rivoluzionario con la serie iCUE LINK TITAN: questi dispositivi...

CORSAIR Custom Lab è stato presentato al Computex 2024

CORSAIR pone le basi per il tuo stile con...

Rumors

Cos’è Apple Vision Pro: nel caso te lo fossi perso

Non siamo troppo lontani dal lancio ufficiale. Ma cos'è...

Apple Vision Pro: troppo complicato da produrre?

Apple Vision Pro, previsto ad oggi per marzo 2024,...

Samsung sarà Apple’s primary supplier per pieghevoli ed XR

Samsung punta a diventare Apple's primary supplier e si...

PS5 Pro aumento in raster del 60%?

PS5 Pro avrà un boost della GPU, vedremo un...

Tales of Kenzera: ZAU, un leak lo anticipa

Tales of Kenzera: ZAU è stato anticipato da un...

Switch 2 caricamenti: Breath of the Wild non ne avrà

Breath of the Wild non avrà caricamenti grazie alle...

Fossil e Wear OS , divorzio all’orizzonte e poche altre novità

Fossil e Wear OS sono pronti a lasciarsi, come era prevedibile. Se vi siete chiesti che fine hanno fatto i prodotti indossabile di Fossil, dal 2022 ad oggi, abbiamo poche notizie positive da rilasciare. La separazione da Wear OS non è un leak, piuttosto un fatto evidente. Wear OS 4 di Google ha portato con se diverse novità interessanti come Gmail e Calendar direttamente sugli smartwatch. Oltre che aggiornamenti sulla sicurezza. Però questo major update non è mai arrivato sugli orologi smart di Fossil. Solo un update verso la 3.5, arrivato tra l’altro in ritardo.

Wear OS 4 Google
Con l’aggiornamento a Wear OS 4, avrai accesso alle ultime novità in materia di sicurezza: controllo di sicurezza, condivisione di emergenza e informazioni di emergenza sul tuo Pixel Watch! Mantieni le tue informazioni mediche più importanti facilmente accessibili al polso o inviale ai servizi di emergenza partecipanti in caso di necessità emergenza con Medical ID Info. Stai tranquillo quando torni a casa da solo la sera, durante una corsa mattutina o in qualsiasi altra situazione in cui hai bisogno di una piccola rete di sicurezza, con Controllo di sicurezza e Condivisione di emergenza.

Fossil e Wear OS
Nessuna novità all’orizzonte e probabile uscita dal settore

Wear OS 4 di Google non è mai arrivato sugli smartwatch di Fossil. Non sappiamo se questa scelta sia dettata dal fatto che Google sta puntando molto al suo ecosistema, anche per competere con Apple. O dall’hardware non troppo sofisticato adottato da prodotti non creati in casa. La stessa collaborazione tra Google e Samsung può essere un fattore determinante. Resta il fatto che Fossil non si è impegnata troppo nella realizzazione di questi dispositivi indossabili, puntando anche a dei prezzi non troppo aggressivi. Fossil Gen 6 Wellness è letteralmente crollato di prezzo, a 99€ (66%). Come testimonia il sito ufficiale.

Non è da escludere una possibile uscita definitiva dell’azienda da questo settore. Un settore, quello degli smartwatch, in continua evoluzione. Anche se questa ha portato a uno schema di marchi ben delineato e “finito”. Se Fossil volesse tornare nel mercato con dei nuovi prodotti, dovrebbe anzi tutto puntare a un hardware migliore e mantenere anche il suo look. Dando però delle alternative. Ma resta l’incognita del sistema operativo. Non puntare a qualcosa di già collaudato sarebbe un rischio troppo grande.

Pensare oggi di abbandonare un ecosistema come quello di Apple o Samsung, è follia pura. A patto che non si abbiano veramente esigenze connesse a questo modo. Infatti oggi lo smartwatch è una vera e propria estensione dello smartphone più che un oggetto a sé. Speriamo che in tal senso Google possa rilasciare delle versioni del suo sistema operativo “semi-open”, customizzabili da terze parti. Questo farebbe in qualche modo sopravvivere altri marchi, non lasciando il market share in mano ai soliti.

Fabio Nardozzi
Fabio Nardozzihttps://www.fabionardozzi.it
Ciao! Finalmente ho deciso di tornare online e parlare di quello che è in sostanza il mio mondo: tecnologia, informazione, gusto e buon vivere. Cerco di portare sempre contenuti ed approfondimenti di qualità, testando o navigando personalmente su ogni prodotto, sito web o servizio. Ci vediamo presto su queste pagine allora... un saluto.