Amazon Vine: come iniziare a ricevere prodotti gratuiti

0

Ricevere prodotti gratuitamente sembra essere il sogno proibito di molti utenti.
Una semplice ricerca su Google e si finisce a guardare centinaia di video su YouTube, pagine di influencer e articoli tanto elaborati quanto inutili. Sono proprio le numerose ricerche fatte dagli utenti “Trends”, che dimostrano l’interesse concreto verso quella che potrebbe essere a tutti gli effetti anche una professione. Insomma, tutti se la menano, ma di concreto poco e niente. Se sei finito in questo articolo probabilmente sarai interessato a ricevere prodotti gratuitamente, oppure sei semplicemente attratto dall’argomento. Oltre ad aiutarti ti racconterò anche la mia esperienza con Amazon e i programmi di affiliate marketing. Pronto a scoprire come ricevere prodotti gratuitamente? Iniziamo.

Visualizzare gli obbiettivi

Non voglio portarti fuori strada, ma il primo obbiettivo è davvero quello di creare una strategia. Questa potrebbe anche non servirti all’atto pratico, ma è comunque un bene adottarne una fin da subito. Infatti scoprirai che ricevere prodotti gratuitamente, ad esempio da Amazon, potrebbe essere molto più semplice di quanto pensi, ma se non hai ben chiaro l’obbiettivo e il fine, difficilmente potrai avere successo con i tuoi articoli. Ora, potresti pensare di non voler avere successo, ma di voler ricevere semplicemente prodotti gratis, beh in questo caso… non invidio la tua strategia.

Ammettiamo che tu riceva domani 10 articoli gratuiti da recensire.
La piattaforma o il luogo dove verranno pubblicate le reviews può essere importante ma non fondamentale, quello che avrà importanza sarà senza dubbio la qualità del contenuto, e in parte anche un pizzico di fortuna. Pubblicare recensioni che non attraggono visualizzazioni e/o acquirenti, o hanno un tempo di lettura troppo breve, non ti porterà a recensire nuovi prodotti. Se capisci fin da subito che la chiave per avere successo è l’interazione che il visitatore ha con la tua pubblicazione, sei al 50% del percorso. La fortuna citando uno scenario fattibile, è quando un prodotto poco conosciuto riceve per qualche ragione tante hits o ricerche in un determinato periodo, e le uniche recensioni online disponibili sono state scritte da te, e molti altri casi simili. Sono sicuro che se tu fossi un produttore di x o y prodotti, manderesti dei campioni gratuiti a utenti o pagine che hanno successo.

Se hai navigato sul WEB e ti sei imbattuto senza successo in siti che promettono prodotti test e premi, ti dico subito che considero queste soluzioni valide quanto i sondaggi retribuiti. Quindi, direi che è ora di cominciare. Conosci il programma Amazon Vine?

Il programma Amazon Vine: cos’è?

Anzi tutto Vine è un servizio a cui si può accedere solo tramite invito dell’azienda.
Al programma partecipano infatti tutti gli utenti-recensori definiti da Amazon come “più attendibili”. Tramite questa partecipazione del tutto gratuita, gli invitati avranno accesso a un catalogo dove potranno ordinare uno o più prodotti da testare. Amazon ovviamente non ha come obbiettivo quello di regalare prodotti agli utenti, per questo motivo vengono chiamate in causa solo Voci affidabili che hanno già un buon curriculum da utenti normali, un discreto numero di hits nelle proprie recensioni, voti* e soprattutto una buona percentuale di utilità. Se hai un account attivo su Amazon ma non hai mai acquistato alcun prodotto, potresti iniziare da questi spunti:

  • Scegliere una categoria di prodotto o prodotti
  • Individuare all’incirca 20 articoli che non hanno abbastanza recensioni o commenti
  • Dotarsi di: pazienza, uno smartphone per scattare buone foto ed eventualmente investire un piccolo budget per l’acquisto di qualche prodotto
  • Non avere fretta di pubblicare articoli

*Amazon ha rivisto la sua politica di valutazione delle reviews, dando meno credibilità al numero dei voti ricevuti. Questo comunque rappresenta ancora un dato importante quando si vuole avere accesso al programma, molto meno una volta che si è dentro.

E’ importante nella fase iniziale trovare una nicchia o uno spazio all’interno del catalogo di Amazon. Cominciare a recensire prodotti fin troppo conosciuti e a loro volta recensiti, non porterà mai le tue pubblicazioni in prima pagina, quindi non verranno in sostanza mai visualizzate o votate dalla community. Quello che però ti consiglio vivamente di cercare, è un range di prodotti che tu possa realmente testare con obbiettività e serietà, stimolando la curiosità dei lettori (acquirenti), con contenuti realmente utili.

Ci sono molte teorie intorno al programma Amazon Vine, alcuni utenti hanno ricevuto inviti con poche recensioni attive, per altri è servito più tempo, ma una cosa è certa: creare contenuti di qualità ti porterà nel coro delle Voci Vine. Nel caso tu abbia uno storico ordini molto attivo, senza però aver mai pubblicato recensioni e foto, potresti avere un vantaggio non indifferente, azzerando in un certo senso l’investimento economico. Molti utenti si limitano a scrivere opinioni su spedizioni e imballaggio, perché non aggiornare questi contenuti? Inizia dagli articoli che hai già acquistato, e porta delle recensioni concrete e sintetiche. Le tue esperienze saranno senza dubbio apprezzate dalla community che potrebbe ripagarti anche con un bel voto utile.

Devo recensire tutti i prodotti che acquisto?
No. Questo è un altro errore che spesso gli utenti commettono. Se ti sei deciso a ricevere questo invito, è bene mantenere uno standard qualitativo delle proprie recensioni quanto più alto possibile. Come sempre torniamo sui punti salienti; visualizzazioni, interazioni degli utenti, voti e percentuale di utilità. Questi saranno sempre gli aspetti chiave del tuo successo, e non vale certo solo su Amazon. Inizia con dieci articoli che magari hai già acquistato e di cui possiedi delle foto sia del packaging che del prodotto. Non avere fretta di pubblicare la tua recensione, sii sincero e condividi la tua esperienza.

Dentro il programma Amazon Vine

Uno degli aspetti fondamentali del programma Vine è quello di non interagire direttamente con i fornitori. Come vi accennavo infatti, l’utente Vine non viene in alcun modo contattato o influenzato dal produttore, ma sceglie il proprio articolo tramite un catalogo interno alla piattaforma. Questo viene aggiornato in maniera casuale, sulla base dei prodotti registrati dalle aziende, dalle preferenze personali e altri parametri. Questo almeno è quello che accade oggi, per fortuna. Gli articoli disponibili possono essere forniti da tutti quei produttori, venditori o editori che partecipano al programma. Rientrano nel catalogo anche articoli non ancora disponibili al commercio, intesi quindi veri e propri prodotti test, sempre che le aziende li abbiano registrati al programma. Non è quindi raro recensire un prodotto che non vedrà mai la luce.

Alle Voci Vine viene richiesto di rispettare le normali linee guida per la pubblicazione, ma per quel che riguarda gli articoli ricevuti gratuitamente, le recensioni devono essere pubblicate entro 30 giorni dalla ricezione degli stessi. Amazon stima all’incirca 5-7 gg lavorativi dall’ordine. Sembra scontato sottolineare che non sono previsti compensi economici o retribuzioni di nessun genere. Puoi comunque approfondire su https://www.amazon.it/gp/vine/help. Da Recensore Vine, ti lascio il LINK se vuoi visualizzare il mio profilo, posso ritenermi soddisfatto dell’esperienza offerta dal programma, sebbene questa presenti ovviamente anche delle problematiche. Il catalogo spesso è scarso, con articoli che non sono di nostro interesse, questo può capitare anche per lunghi periodi. Inoltre, prodotti più interessanti potrebbero finire nella lista “pubblica” con disponibilità limitate e potremmo non riuscire ad ordinarli per tempo.

Questi ovviamente sono aspetti più marginali rispetto a un sistema che non richiede esperienze particolari o investimenti. C’è poi da tener ben presente l’aspetto Fiscale, motivo per cui, prima di partecipare al programma e richiedere prodotti gratuitamente, sarebbe opportuno richiedere le dovute informazioni al proprio consulente fiscale, per capire in che modo questo possa incidere sulla normale dichiarazione dei redditi. Amazon Italia comunque, almeno per il momento non richiede informazioni fiscali ai propri recensori; CF o P.IVA.

Conclusioni e altri consigli

Spero sia ben chiaro alla fine che per iniziare a ricevere prodotti gratuiti da Amazon non sono richieste particolari competenze, ed è accessibile a tutti in qualunque momento. Io ho iniziato a recensire prodotti per la barba: creme, saponi, after shave e lamette. Articoli che pubblicavo sia su Amazon che sul mio sito-blog personale Vintage-Barber.it. Molte di queste reviews non erano collegate ad acquisti verificati, infatti su Amazon è possibile recensire anche prodotti che non abbiamo acquistato, ricevendo però un badge come; acquisto non verificato. A sostegno di quanto detto in questo articolo, quello che più conta è se le nostre pubblicazioni sono state utili o meno alla community. Tutti questi prodotti erano tra le altre cose poco recensiti, è stata quindi la mia nicchia in un mondo che però conoscevo bene e di cui parlavo raccontando le mie esperienze e impressioni d’uso in modo sincero.

Essere un recensore comunque, non è solo ricevere prodotti gratuiti. Bisogna mantenere sempre alto il livello di qualità dei propri contenuti per rimanere nel programma, scalando via via la classifica e ricavarsi un posto tra i Recensori TOP, tutt’altro che facile. Senza considerare che non è un lavoro che ti garantisce un’entrata e devi ricavarti del tempo extra all’interno della tua vita. Gli aspetti che devi considerare sono davvero molti. Ti lascio con un articolo molto interessante preso nella Wayback Machine, di un utente americano che ha partecipato al programma Vine per molti anni. In Italia è arrivato infatti molti anni dopo.

Mi auguro questo articolo sia di aiuto, grazie per la lettura e a presto!
Visita https://unsplash.com/, se hai bisogno di foto gratuite!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here