Wallets for dreamers Stage 1: HOT, STX, IRIS e GRT

0

Il Wallet For Dreamers, è un portfolio pensato esclusivamente per i piccolo investitori che stanno cercando opportunità nel mondo cripto, differenziandosi dagli asset tradizionali o dalle altcoin più comuni, o che più semplicemente non pensano a una strategia di lungo termine (HODL) e pertanto non interessati a progetti che se pur estremamente validi tireranno fuori, nella migliore delle ipotesi, il loro potenziale solo nei prossimi tre o cinque anni. L’articolo si basa su mie personali considerazioni e pertanto non sono da considerare in alcun modo dei consigli finanziari.

Introduzione al Wallets for Dreamers

Non faremo grandi premesse intorno a questo genere di articoli ma è doveroso e anche interessante precisare alcuni aspetti legati al mondo delle cripto in questo maggio 2021. Senza dubbio negli ultimi mesi in molti, calcolatrice alla mano, si saranno fatti i conti di come il loro portfolio avrebbe guadagnato se avessero investito in determinate altcoin nei mesi precedenti. Nello specifico il periodo che va da fine 2020 a febbraio-marzo 2021. Senza dubbio il grande salto di BTC fino a toccare i suoi 60k ha trascinato dietro una serie di aspetti non solo economici ma soprattutto di natura psicologica; positività, fiducia, più l’idea che gli istituzionali fossero entrati nel mondo cripto tanto da cambiare il mondo delle monete digitali e renderlo meno volatile. Ma un mercato che va solo al rialzo porta con se diverse problematiche, e questo in molti lo stanno capendo solo ora, pagando un deficit di cultura finanziaria non indifferente.

Oggi, maggio 2021 il mercato sta subendo un nuovo scossone trascinando ogni tipo di asset a partire da BTC verso una discesa che sembra infinita. Nella migliore delle ipotesi si parla di uno storno del -50%, ma è tutto così negativo ora? Se due mesi fa eravamo scettici sullo scoppio di una nuova bolla, nonostante alcuni alert, nelle ultime settimane l’aria cominciava a farsi già piuttosto spiacevole. Complice a mio avviso anche l’avvento, o per meglio dire l’invasione di shitcoin e progetti SCAM che oltre ad aver fatto male a tantissimi utenti, non hanno senz’altro portato credibilità a questo mondo, la cui strada è ancora tutta in salita e la mass adoption è tutt’altro che scontata.

Oggi possiamo vedere tutto nero o cogliere delle opportunità.
Vi porto alcuni progetti che a mio avviso potranno guadagnarsi un posto in un portfolio tutto sommato a medio rischio, senza però stappare bottiglie di champagne al primo segnale positivo.

4 altcoin su cui investire a maggio 2021

Quali sono quindi le altcoin su cui si potrebbe investire in questo dump di maggio 2021?
Il primo progetto che andrei a tenere sotto controllo è Holo (HOT). Un framework per app P2P open source end-to-end. Holo è in un certo senso esclusivo in quanto il suo ecosistema non gira su blockchain, ma sfrutta la sua rete proprietaria; Holochain appunto. Ritengo questo progetto davvero molto interessante e l’ho seguito per diversi mesi ritagliandomi però solo piccole posizioni. Al momento ha un prezzo molto vicino a quanto visto a marzo del 2021, con un a market cap ancora piuttosto contenuta. Potrebbe tranquillamente rivelarsi un progetto in grado di effettuare delle grandi performance nelle prossime fasi calde di mercato. La guida completa su Holo e la sua Holochain:#start-your-holochain-journey.

Anche IRISnet (IRIS) è un progetto che ho seguito da vicino, tanto da dedicarli un articolo che potete trovare proprio qui sul blog. Punta a migliorare l’attuale tecnologia blockchain e lo fa utilizzando essenzialmente la rete, o per meglio dire il framework di Tendermint, e andrà a creare ed offrire soluzioni a livello aziendale nello specifico i mercati asiatici sono quelli che potrebbero per prima andare ad utilizzare tali servizi. Piccole e medie imprese potranno trarre giovamento dall’utilizzo di IRIS nelle proprie strategie operative. Gli sviluppatori principali sono appunto Tendermint e BIANJIE.AI. Considerando il ranking, la cap. di mercato, rappresenta uno dei progetti più a rischio ma con un prezzo molto interessante, sempre nel caso che vediate in IRIS un potenziale interessante in un periodo relativamente breve.

Stacks (STX) è probabilmente conosciuto ed apprezzato più per i suoi livelli di prezzo che per il suo reale potenziale. Cosa fa realmente Stacks? Cerca di prendere il meglio di Bitcoin ed ampliare le sue funzionalità (App e Smart Contract) senza ovviamente necessità di alcun tipo di aggiornamento sulla blockchain originale. Si connette alla rete di BTC tramite un meccanismo di consenso denominato PoX; proof-of-transfer. I miners possono pagare in BTC per coniare token STX, ma possono essere ripagati successivamente proprio in Bitcoin se contribuiscono a alla sicurezza e al consenso della rete. In sostanza bloccano temporaneamente i loro token. Il nuovo linguaggio di programmazione per contratti intelligenti è noto come Clarity. E’ utilizzato anche dalla blockchain di Algorand. Ha ricevuto una qualifica direttamente dalla SEC per la vendita negli Stati Uniti (fonte CoinMarketCap.) Oltre ad essere molto interessante è ora a un livello di prezzo decisamente basso.

The Graph (GRT) è un altro interessante progetto che riguarda il mondo delle infrastrutture decentralizzate. Nel suo team ci sono sviluppatori provenienti dalla Ethereum Foundation, non a caso il token GRT è un ERC-20 sulla blockchain di Ethereum. E’ essenzialmente un token operativo che alimenta sia applicazioni DeFi che nel Web3. La rete, spiegata in maniera semplicistica, è composta da indicizzatori e delegatori che forniscono servizi alle rete principale e ai consumatori che devono usufruire di applicazioni Web3, di conseguenza chi ha aperto un nodo sulla rete riceverà le sue ricompense ogni qual volta determinati dati vengono interrogati. E’ un altro grande progetto che a mio avviso è stato monitorato più per la sua predizione di prezzo che per il reale potenziale, ma ritengo che nelle prossime fasi di mercato potrebbe già tornare a livelli interessanti, pertanto se vi siete persi GRT negli ultimi mesi questa potrebbe essere un’occasione davvero davvero importante.

Considerazioni finali

Oggi più che mai avrete capito che nessuno ha il potere di prevedere il futuro tanto meno nel mondo cripto.
Non ci sono consigli finanziari che tengano quando non avete una reale strategia, certo oggi più che mai il consiglio è di non farvi prendere dal panic sell, tanto meno ragionare ancora una volta da scommettitori della domenica. Nessuno dei progetti appena citati hanno la certezza di essere validi nel corso dei prossimi anni e non faranno performance mostruose da qui a breve. Questo deve essere chiaro. Progetti non HODL, vuol dire che probabilmente raggiungeranno un tetto di prezzo massimo in un periodo più breve e che a meno di non diventare dei fan, dei validatori, o di tenerli in stake a vita, si potranno liquidare con un range di profitto molto alto e spostare eventualmente l’attenzione di nuovo su BTC, ETH o altri progetti, o più semplicemente salvaguardare il proprio capitale in stable coin, magari su piattaforme come NEXO. Codici di registrazione e Bonus per i vari exchange sono a fondo pagina.

Prossimamente su nuovi livelli di prezzo potrebbe tornare interessante il progetto Fetch.Ai (FET).
Ve ne parlo qui: TOP Altcoin: Fetch.ai – al limite della scommessa.

_____________________________________________________

Crypto.com | Binance

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here