Bokman O2: driver generoso e buona resa

0

Come si presentano

Solita confezione rettangolare Bokman, completamente bianca, molto essenziale e anche molto elegante.
Apriamo la nostra bella scatola e troviamo subito il nostro battery case avvolto da gomma protettiva, e poi subito a scendere un’altra confezione che contiene gli ormai soliti accessori che tutti conosciamo. Unica eccezione per i gommini vista la struttura dell’auricolare. Purtroppo il cavo di ricarica è di tipo micro-usb, una connessione che sta andando lentamente a scomparire, ma che comunque non possiamo definire a tutti gli effetti una mancanza né un dramma vista anche la quantità di ore che la batteria garantisce.

Il primo unboxing di queste O2 è stato diversi mesi fa quando le ho testate e recensite su Amazon, dove sottolineavo la parte estetica del case, davvero bello e compatto (42mm * 77mm * 27mm). E’ passato qualche mese, sono arrivati nuovi prodotti ma non cambio idea sul comparto estetico di queste Bokman, sia del case che degli auricolari. La custodia di ricarica è realizzata interamente in plastica morbida e liscia, direi soft touch, sulla quale sono presenti delle scalanature su entrambi i lati che gli consentono una presa e un grip niente male. All’interno non troviamo il solito meccanismo con la cerniera in metallo leggero, ma un sistema di apertura molto più classico, ben nascosto e integrato nella struttura. Rimane in ogni caso la chiusura assistita. La plastica all’interno è piuttosto dura ma gli auricolari sono protetti discretamente, ci sono anche i led di stato posizionati tra uno e l’altro. Unico neo concreto è che se proviamo a scuotere la custodia possiamo sentire un leggero movimento da parte degli auricolari.

Dimensioni degli auricolari: 16,2 mm * 19,5 mm * 24 mm, quindi non tra i più compatti ma leggeri e realizzati con materiali piuttosto buoni, nello specifico sono in plastica leggera con una forma allungata, ma internamente verso l’orecchio, quindi una volta indossati sporgono veramente poco. Al tatto non sono gli auricolari migliori mai provati, ma convincono nella sostanza e nella comodità generale.

Caratteristiche del prodotto

Per quanto riguarda gli auricolari: 3,7 V, 35 mAh * 2, valori che dovrebbero garantire un’autonomia di 4 ore. A prescindere dai dati tecnici le Bokman O2 vengono proposte al pubblico come auricolare da sport, alla quale si aggiunge una certificazione IPX5. 20Hz-20kHz come risposta in frequenza, quindi molto equilibrati oltre che standard. Il case di ricarica è una batteria da 1200 mAh, garantisce circa 30 ore di autonomia aggiuntiva o se preferite 10 ricariche. Dati tecnici quindi tutto sommato buoni, che non gridano al miracolo ma che non sfigurano rispetto a prodotti più costosi.

Gli auricolari sono molto leggeri, pesano 4 grammi, mentre il driver dinamico interno è ampio 13 mm. Gli stessi auricolari possono lavorare sia in modalità stereo tradizionale che singolarmente, quindi mono, una funzione che non ho mai trovato utile ma se volete condividere uno dei vostri auricolari a un vostro amico sappiate che è possibile farlo.

Purtroppo gli auricolari non sono provvisti di funzioni particolari, se non quella di mettere in pausa o riprendere la riproduzione. I controlli sono touch, hanno una discreta reattività ma sotto questo aspetto si poteva fare sicuramente meglio. Complessivamente gli auricolari hanno buone caratteristiche e per uso sportivo non soffrono di gravi mancanze, manca però la possibilità di filtrare l’audio proveniente dall’estero, o per meglio dire avere la possibilità di ascoltare i rumori esteri in maniera amplificata. Poiché gli auricolari non sono provvisti di gommini e non sono completamente isolanti, anche questa mancanza può essere in qualche modo giustificata.

Prove audio generali

Le Bokman O2 sono auricolari sportivi, o almeno così li etichetta l’azienda.
Ho quindi preferito eseguire dei test più leggeri e meno impegnativi, provando comunque una serie di playlist e serie tv. Per quanto riguarda l’utilizzo su film e serie tv l’audio risulta buono ma carente di volume, anche personalità, in compenso la voce rimane pulita e più dettagliata, senza enfatizzarne le frequenze più basse. L’audio stereo è ben bilanciato e la scena rimane sempre centrale, sacrificando però spazialità ed effetto. Il fatto di non poter agire ulteriormente sul volume incide sull’esperienza finale.

In ambito musicale pregi e difetti restano dunque immutati, la scena e la stereofonia è buona ma non c’è una vera e propria tridimensionalità del suono e la traccia rimane piuttosto chiusa. Il volume come detto non è un punto di forza di queste O2, ma l’audio proveniente dall’esterno rimane percettibile, il che spiega l’utilizzo all’aperto dove è bene avere il controllo dei rumori provenienti dall’estero. Audio comunque cristallino e apprezzabile se non abbiamo grandi pretese.

Nel caso ci volessimo spingere ad ascoltare tracce più corpose e ricche, i Bokman si comportano dignitosamente, sacrificando però la parte di basso in favore di un audio meno stancante e semplificato.

Considerazioni finali

Per concludere direi i Bokman O2 sono dei buoni earphones ad uso sportivo.
L’audio equilibrato e l’ottimo design fanno di questo prodotto un interessante alternativa ad auricolari dall’estetica anonima e dal costo elevato. Chiaro, non siamo difronte ad un best buy sotto i 50,00€, proprio in questa fascia di prezzo non è difficile trovare articoli interessanti e qualitativamente validi, ma tenerli in considerazione può non essere una cattiva idea.

Il prezzo interessante, il bel design e l’autonomia, non mi fanno escludere a priori questi auricolari.
Come sempre vi lascio il LINK, voi dategli un’occhiata. Se avete bisogno di ulteriori chiarimenti sul prodotto o avete bisogno di aiuto scrivetemi pure nei commenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here