UMI True Wireless: quando Amazon decise di produrre auricolari Bluetooth

0

Svariato tempo fa oramai, Amazon ha inserito sul mercato degli auricolari bluetooth con caratteristiche molto interessanti; connettività bluetooth 5.0, autonomia estesa, certificazione IPX7 e design quasi esclusivo. Vennero lanciati a un prezzo competitivo ma non particolarmente economico, listino che nel corso del tempo ha subito però un lieve calo, ed è quindi il caso di riprendere la mia prima recensione fatta in anteprima al tempo che fu, aggiornarla e confrontarla con la situazione attuale.
Pronti!

Presentazione di UMI by Amazon

UMI, o Umi Essentials è un marchio Amazon concesso in licenza a produttori terzi.
I prodotti a marchio Amazon cominciano ad essere presenti nel catalogo in maniera sempre più evidente, variando da quelli informatici fino ad arrivare ad abbigliamento, accessori, prodotti per la casa, cura della persona. Non mancano prodotti alimentari; cioccolata, frutta secca. Probabilmente molti penseranno che l’unico prodotto di Amazon è quello amazonbasics, ma ci sono diversi brand associati ad Amazon, oggi però pensiamo ai nostri auricolari UMI by Amazon.

Gli auricolari: unboxing e caratteristiche

Scatola compatta, gradevole l’unboxing.
All’interno troviamo la custodia di ricarica avvolta da una spugna protettiva, il cavo di ricarica purtroppo micro-usb, gommini auricolari di ricambio con le diverse grandezze e due manuali; quello pratico per l’utilizzo dello scorciatoie (play-pause etc) ed un manuale standard. La lingua italiana è presente seppur non tradotta perfettamente. Il case è realizzato bene (in metallo), molto solido al tatto quindi ma anche piuttosto pratico e leggero, con uno sportellino magnetico che chiude bene e in modo sicuro. Non mancano i LED ad indicare lo stato di carica della batteria.

Gli auricolari sono molto belli, hanno una forma insolita ma possono vantare un design quasi unico in 4 gr di peso, con una superficie più lavorata, quasi anti-scivolo, sulla copertura che ospita i tasti fisici. Il resto poi è realizzato in plastica, qualche finitura lucida e i led di attività ben visibili.

Gli auricolari di Umi hanno caratteristiche interessanti, a partire dalla certificazione IPX7.
Il bluetooth è in versione 5.0, ma privo di supporto ai codec più performanti quali; aptX e AAC. Rispettivamente i CODEC più utilizzati nell’ultima generazione di cuffie bluetooth su Android e iOS. C’è da sottolineare comunque che al momento il vero salto qualitativo avviene (direi solo) tramite formati HD e a bassa latenza, partendo da aptX HD. A prescindere da questo, se volete fruire veramente di contenuti (musica liquida) con minor perdita possibile di qualità e dettagli, dovete anzi tutto procurarvi una fonte. Per rimanere in tema digitale: TIDAL HiFi, per attingere a musica in qualità CD e musica in formato 24 bit / 96 kHz, oppure: Qobuz sempre in abbonamento HI-FI, per attingere a formati FLAC 16-Bit / 44.1 KHz, oltre ovviamente alla qualità CD. E così via.

In secondo luogo avere a disposizione una sorgente/ricevitore compatibile con i formati in alta risoluzione, potrebbe essere anche il lettore multimediale tascabile, il DAC che utilizzate su PC o il CocktailAUDIO, che a loro volta devono essere in grado di inviare ai dispositivi bluetooth il segnale nel miglior modo possibile, e qui torniamo ai CODEC. Il paradosso comunque sarebbe quello di abbonarsi a servizi di streaming HI-FI e poi veicolare l’audio tramite bluetooth.

Ho allungato un po’ il discorso, eventualmente ne parleremo in articoli dedicati.
Torniamo a noi, autonomia: in stand-by possono durare 100 ore, ma questo ci interessa poco immagino. In conversazione e riproduzione siamo su 240 minuti con tempi di ricarica di 60 minuti per quella completa, un dato non entusiasmante ma complessivamente buono. Il case dovrebbe garantire 3-4 ricariche agli auricolari.

Funzioni e prove generali

Gli UMI by Amazon possono gestire diverse funzioni tramite TAP su gli auricolari.
Rispetto ad altri auricolari ci sono differenze con cui spesso mi sono scontrato, qualche esempio: volume+ = doppio TAP su L, come ovvio sul lato destro avremo volume-, oppure con tre pressioni sempre sull’auricolare sx potremmo sostituire il dx, quindi abbassare il volume e gestire tutto con un’auricolare. Comunque l’idea di avere il volume up a sinistra mi spiazza ogni volta. Gli assistenti vocali si possono attivare con una pressione di 1 secondo applicata a uno dei due auricolari.

Fin qui tutto bene, si estraggono gli auricolari dal case, si associano e via la riproduzione. Tutto bene fin quando non entrano in modalità monofonica o singola, ovvero quando entrambi gli auricolari si accendono, si collegano al bluetooth, ma solo uno riproduce la musica. Non so dirvi come io abbia attivato questa modalità, anche perché bisogna fisicamente eliminare una delle due voci presenti nei dispositivi bluetooth… mah. Diversi tentativi falliti mi hanno costretto a compiere un gesto clamoroso: consultare il manuale.

Come dicevo qualche riga sopra la traduzione italiana non è delle migliori, infatti possiamo leggere: spegni gli auricola, o frasi come «Quando i due auricolari sono collegati, solo uno ha suono o nessuno suono». Insomma, nel manuale c’è una procedura che seppur scritta male è comprensibile, ma che ovviamente non ha funzionato. Quindi gli auricolari hanno continuato ad andare per fatti loro. A memoria direi che bisogna spegnere entrambi gli auricolari, metterli nel case possibilmente carico/carichi, tirarli fuori nella sequenza da dx a sx (al massimo con una distanza di 20 secondi uno dall’altro), portare entrambi gli auricolari ON, e poi tener premuto uno dei due auricolari per 12-13 secondi, quando si sentirà per magia un deeng-deeng, o qualcosa di simile. Potrebbe capitare di dover ripetere l’operazione più volte fino a infinito.

Beh insomma, gli auricolari funzionano anche bene ma alcuni dubbi rimangono.
Sarebbe stato utile inserire un tasto RESET, molto più semplice. Non escludo in ogni caso che sia presente, ma visivamente nessuna traccia e il manuale non ne accenna l’esistenza.

Comparto tecnico: audio

Il comparto audio delle Umi è tra gli aspetti centrali e anche positivi del prodotto.
Ho svolto le mie solite prove su Amazon Music e YouTube, evitando comunque formati non compressi o in alta risoluzione. Gli auricolari non sono particolarmente potenti, hanno un volume in uscita standard e non possono amplificare ulteriormente l’audio, sono quindi veicolati al formato audio e alla registrazione. Ci sono infatti album che apprezzarli riesce difficile perché poco presenti, mentre altri hanno già un volume accettabile.

I bassi non sono molto presenti, a meno che non ci sia una traccia che li spinge coraggiosamente, e li si scopre che in realtà non sono così spenti, o almeno la corrente c’è. Rimangono comunque abbastanza duri e lineari, non scendono molto in frequenza ed è evidente lo sforzo che deve compiere il piccolo altoparlante full-range, ma apprezzo il fatto che non coprano mai il resto della strumentazione. Ad alto volume però il rischio di impastare le medio-basse è alto, ma se riusciamo a calibrare volume e traccia, l’ascolto è più che decente.

La parte più alta dello spettro è piacevole in quanto poco tagliente, anche ad alto volume.
I soliti album test evidenziano pregi e difetti di questi auricolari in modo chiaro, inequivocabile. Il piccolo altoparlante è costretto a fare il doppio turno se non peggio, una traccia che spinge troppo sui bassi ci taglierà fuori le medie frequenze, mentre in alcuni casi sarà veramente impossibile riprodurre la gamma bassa per via di distorsioni troppo evidenti. Non sono gli auricolari per tutti i tipi di musica, ma riescono a farsi apprezzare in molte occasioni. La stereofonia è buona, qualche volta si apprezza una scena musicale anche discreta, altre volte tutto è limitato al centro. Più che difetto direi nello standard.

Giudizio finale e aspettative

Cosa ne penso di questi Umi By Amazon… a me non dispiacciono, ma è doveroso fare un passo indietro. La prima volta che ho provato questi auricolari non erano ancora in commercio e non c’era un prezzo di riferimento, venivo da un periodo di assoluto ascolto con cuffie Hi-Fi o di musica liquida su impianto stereo, non ero quindi un grande utilizzatore di auricolari, tantomeno Bluetooth. Non rimasi colpito dalla qualità audio ma neanche estremamente deluso, con un voto che ai tempi fu quello del 6 o della sufficienza.

Oggi probabilmente darei un voto leggermente più alto, ma quello che provai rimane comunque un prodotto test con tutte le eventuali modifiche e miglioramenti del caso. Andando ad analizzare il prezzo oggi queste TWS si prendono a 30,00 € circa in diverse colorazioni anche molto belline, un prezzo interessante senza dubbio in un range di prezzo che non offre certo prodotti miracolosi, puntare però a qualcosa di più aggiornato è possibile. Motivo per cui non voglio consigliarvi questo modello di Umi.

Il prodotto più vicino per caratteristiche e prezzo è il TaoTronics.
Stesso prezzo ma Bluetooth 5.0 e batteria migliore, 5 ore circa di riproduzione in un peso praticamente identico. In questo modello manca però la certificazione IPX7, implementata solo nel modello più recente e anche costoso, vi lascio comunque il LINK. Altri spunti interessanti: HOMSCAM T2C, potrebbero capitarvi a poco più di 20€, beh nel caso fate un bell’affare. Qualità audio non al TOP verissimo, però: Bluetooth 5.0, case da 800 mAh per un totale di 35 ore di riproduzione. Non sono tra le più leggere ma a quel prezzo meritano attenzione.

Che dirvi, alternative ce ne sono, la speranza è che Amazon porti avanti il progetto iniziato con queste Umi, portando chiaramente nuove tecnologie e qualità audio migliore di quanto ascoltato fin’ora, così come vorrei vedere in futuro anche un’applicazione dedicata, sia per equalizzare meglio il sound ma anche per aggiornare firmware e funzionalità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here