Vernee Epods: che fine hanno fatto le sportive perfette?

0

Queste epods erano le più vendute nella categoria sport, ma che fine hanno fatto? Da qualche tempo mi sono accorto che le epods in questione sono letteralmente scomparse dagli store, Amazon compreso. La pagina del venditore oggi presenta solo alcuni smartphone, ma vediamo di capirci meglio, scopriamo queste True Wireless di Vernee a buon mercato.

Unboxing, prime impressioni

Per il prezzo a cui erano proposte più o meno a inizio anno, meno di 40,00 € se non vado errato, l’unboxing lasciava ben sperare. Una confezione piuttosto curata, tutti gli accessori in dotazione, e poi ovviamente in risalto questo case battery tutt’altro che scontato. Un biglietto di ringraziamento dell’azienda era in un certo senso la ciliegina sulla torta. Nulla di esoterico intendiamoci, ma consideriamo anche che queste true wireless erano principalmente destinate al mercato delle cuffie sportive, con un target di clienti differenziato rispetto al resto.

Design, qualità e caratteristiche

La particolarità di queste cuffie è sicuramente l’astuccio, molto rifinito, con un tessuto morbido all’esterno, una chiusura zip fatta bene, e poi tutta la qualità del dettaglio posta all’interno, con delle protezioni evidenti per il comparto batteria, che in questo caso è molto a vista e facilmente riconoscibile. La qualità generale percepita è buona, se poi lo rapportiamo al prezzo è tutto più apprezzato.

Passando a gli auricolari la situazione non cambia, una frase che ho già scritto e quindi mi ripeto, quando l’ho fatto parlavo di un best buy incredibile, le Elecder D15, ma torniamo a noi. Qualità degli auricolari molto buona, l’archetto è morbido e non ci sono molte regolazioni da da fare, unica pecca forse che nonostante abbiano i gommini non vanno molto in profondità, però in compenso la stabilità è alta. All’interno del case le cuffie sono posizionate in senso opposto, proprio per la loro particolare forma ad archetto. L’esterno è realizzato in plastica, la parte dove sono posizionati i controlli per intenderci, leggermente soft touch, ma molto resistente, ottimo per l’uso che dobbiamo farne, o almeno solo per questo utilizzo le andrei a consigliare.

Audio: prove generali

Mi sembra ovvio che non andrò ad ascoltare ‘The Wall (2011 Remastered)’, ma spaziare tra YouTube e Streaming mi sembra azzeccato anche per un prodotto così. Del resto, portarle in giro per far sport e passeggiate vuol dire ascoltare music, podcast o conversare. La qualità audio non è il fattore sorprendente di queste cuffie, che si hanno una notevole spinta, ma solo se pensiamo alla potenza come al volume nudo e crudo, non alla dinamica o alla profondità del suono.

La curva del sound è molto sbilanciata, sono tagliate quasi completamente fuori le medio ed alte frequenze, sovrastate in maniera prepotente da un suono ovattato, attenzione non sto parlando della spinta di un subwoofer, neanche di medio e basse frequenze, ma una sorta di woofer che suona in una cassa vuota. La presenza dei bassi infatti è quasi inesistente se non inutile, tralasciando poi che rovina l’esperienza di ascolto, che non è poco. Per i più audiofili; immaginate un woofer che batte prepotente, o un subwoofer che è costretto a riprodurre frequenze che non gli competono. Il problema audio principale sta proprio nella gamma bassa, dove evidentemente viene chiesto ai piccoli altoparlanti di riprodurre frequenze che invece sarebbero state dovute tagliare di netto.

La situazione migliora leggermente con tracce soft, dove la presenza dei bassi è ai minimi.
Questo a conferma di quanto detto. Non avvicinatevi nemmeno a tracce come “Instant Crush” dei Daft Punk. Se è questo il vostro genere state lontani dalle Vernee.

Giudizio finale

Il titolo di questo articolo era molto ironico.
Vi confesso che anche io quando ho ricevuto questi auricolari tws sono rimasto sorpreso, ma tutto contestualizzato al packaging, alla qualità generale del prodotto, rifiniture e soprattutto il prezzo, ma la vera cosa sorprendente è perché ne abbiano vendute così tante (finite in BESTSELLER NO.1) Poi, con grande dispiacere una critica va lanciata anche a chi ha consigliato queste epods in alcune pagine; blog, siti. Prezzo? Si, molto interessante, ma le alternative c’erano prima come oggi. Oggi il venditore pare si sia lanciato nel mercato degli smartphone. Concludendo con la comodità: comode, si ma non esageratamente, i controlli fisici per gestire cambio traccia e attivare l’assistente vocale ci sono, ma non sono facili da raggiungere e non è semplice attivare rapidamente la sequenza di tasto. La batteria garantisce circa 6 ore di utilizzo, e questo va premiato con un buon punteggio.

Vi lascio comunque la scheda informativa, il LINK se volete dargli un’occhiata.
Alternative a poco prezzo: Sport Bass+, AUKEY, iAmotus sparite dalla circolazione anche loro, erano proposte ad un prezzo ancora inferiore ed erano addirittura meglio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here